Museo dell’Opera

Certosa e Museo di San Martino

Museo dell’Opera

Comprende le testimonianze materiali della vita della Certosa, le immagini e i ricordi dei personaggi che vi hanno vissuto in secoli di storia. Da notare i ritratti dei Priori, tele raffiguranti santi e fondatori dell’Ordine, oltre a episodi della vita certosina, il grande plastico del duca di Noja con la Certosa e Castel Sant’Elmo, pavimenti, marmi e maioliche.

Nella sala dedicata a Cosimo Fanzago, massimo artefice dei mutamenti nel corso del XVII secolo sono esposti vari marmi, fra i quali i due Putti reggimensola per la facciata della chiesa, rimasta incompiuta, balaustrini originari del cimiterino nel Chiostro Grande, infine l’Autoritratto marmoreo dell’artista (proveniente dalla guglia di San Gennaro). Quadri ottocenteschi di Gigante, Vervloet e Carelli, documentano la vita della Certosa poco prima della definitiva soppressione.

 

continua:  Il Giardino delle Donne

 



condividi, invia, copia link, stampa (Instagram, Youtube e Snapchat non permettono condivisioni da url)

Ultimo aggiornamento

3 Giugno 2021, 15:54