CONCertosa 2021

Certosa e Museo di San Martino, 3 - 9 - 17 ottobre 2021, ore 10.30

Data:
1 Ottobre 2021

CONCertosa 2021

Torna la rassegna CONCertosa, promossa dalla Direzione Regionale Musei Campania, con il sostegno dell’Associazione Amici di Capodimonte e de Le Nuvole – Casa del Contemporaneo, e con il patrocinio del Comune di Napoli, nata nel 2015 per valorizzare l’importanza formativa e sociale che l’esperienza musicale collettiva riveste per le nuove generazioni.

Nelle varie edizioni, la manifestazione ha visto esibirsi nei magnifici spazi della Certosa orchestre formate da giovani e giovanissimi provenienti dai quartieri di confine e di periferia, dove le istituzioni che operano sul territorio non si arrendono al degrado e all’emarginazione ma, attraverso progetti educativi e sociali, nel fare musica insieme, offrono ai ragazzi opportunità di emancipazione e di integrazione sociale.

Quest’anno la rassegna, dopo una pausa dovuta alla pandemia, si svolgerà in tre appuntamenti, il 3, il 9 e il 17 ottobre, che avranno come protagonisti Scalzabanda, Maestri di Strada e Sanitansamble con la Piccola Orchestra di Forcella.

Domenica 3 ottobre, alle ore 10.30, nel Chiostro dei procuratori la rassegna prenderà il via con il concerto OPEN UP! della Scalzabanda. OPEN UP! non è solo il titolo scelto per la data inaugurale, ma anche un invito alla ripartenza dopo il lungo periodo di chiusura durante il quale i ragazzi non hanno potuto far musica insieme. La ScalzaBanda è la banda musicale delle ragazze e dei ragazzi, delle bambine e dei bambini, del quartiere popolare di Montesanto di Napoli, nella tradizione delle bande di paese. Il progetto ha avuto inizio nel febbraio 2012 e coinvolge attualmente circa 100 giovani e giovanissimi musicisti, a partire dai 5 anni, con l’obiettivo principale di realizzare un percorso d’integrazione sociale attraverso la pratica musicale collettiva. Consentire ai giovani in età scolare di far parte di una banda musicale o di un’orchestra, di suonare con gli altri e di esibirsi in pubblico, ha rivelato enormi potenzialità offrendo ai ragazzi l’opportunità di impegnarsi in un progetto che ha riscosso un grande interesse e ha sortito effetti benefici.

Sabato 9 ottobre, alle ore 10.30, nel Refettorio ci sarà la proiezione del docufilm “SIc Est”, scritto da Filomena Carillo e Flavio Ricci, con la regia di Flavio Ricci. Una produzione di Maestri di Strada onlus in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e l’Associazione Tycho, con l’adesione di Film Commission Regione Campania. Maestri di Strada dal 2003 si occupa di dispersione scolastica e tra le diverse azioni promuove progetti di art-educazione (musica, arti visive, teatro) volti a sostenere i giovani e giovanissimi nella costruzione di un’identità complessa in una fase delicata, quale l’adolescenza, vissuta in contesti di disagio, ricchi di contraddizioni, dove il senso di emarginazione può generare scenari distopici sul presente. Il docufilm “SIc Est”nasce, quindi, con la volontà di raccontare il complesso percorso di crescita e trasformazione di tredici ragazzi della periferia Est di Napoli ed è fortemente legato alle attività artistiche che l’Associazione Maestri di Strada Onlus ha svolto insieme a questi ragazzi nel corso degli ultimi sette anni: un percorso autonomo di cambiamento che ciascuno dei ragazzi intervistati ha intrapreso a partire dall’incontro con l’arte, gli art-educatori e gli animatori sociali.

Domenica 17 ottobre,alle ore 10.30, nel Chiostro dei Procuratori a chiudere la rassegna sarà la Sanitansamle e la Piccola Orchestra di Forcella con il concerto “Forcella e Sanità, i cittadini del domani si formano con la musica”. Educare attraverso la musica, è questo il principio fondante su cui si basano le esperienze di Sanitansamble e Piccola Orchestra di Forcella, realtà musicali nate nei due quartieri napoletani grazie all’impegno de L’Altra Napoli onlus. Avvalendosi dell’esperienza maturata con l’orchestra giovanile Sanitansamble, che nel rione che diede i Natali a Totò conta più di 100 piccoli musicisti, a settembre 2019 è nata una nuova realtà: la Piccola Orchestra di Forcella. Il progetto coinvolge oltre 40 bambini provenienti dal quartiere Forcella, di età compresa tra gli 8 e i 12 anni, seguiti dai Maestri Senior già impegnati in Sanitansamble, ai quali si sono aggiunti 13 giovani maestri nati e cresciuti all’interno dell’orchestra del Rione Sanità e divenuti oggi docenti.

Si ringrazia Giuseppe Balsamo, private Banker della Fideuram, per il sostegno dato all’iniziativa.

La partecipazione agli eventi è compresa nel biglietto di ingresso al museo (ordinario 6€, ridotto 18-25 anni 2€, gratuito fino a 18 anni) e con prenotazione obbligatoria a: accoglienza.sanmartino@beniculturali.it.I biglietti sono acquistabili sia in sede sia online al seguente link: https://www.coopculture.it/ticket.cfm?office=Certosa+e+Museo+di+San+Martino&id=81

 

Info:

Certosa e Museo di San Martino
Largo San Martino, 5 – 80129 Napoli
+39 081 2294503, drm-cam.sanmartino@beniculturali.it
musei.campania.beniculturali.it
facebook.com/museodisanmartino
instagram.com/sanmartinomuseo
twitter.com/museosanmartino



condividi, invia, copia link, stampa (Instagram, Youtube e Snapchat non permettono condivisioni da url)

Ultimo aggiornamento

1 Ottobre 2021, 10:37