La Dogana nella Dogana. Atripalda e Avellino: Dogane a confronto

Sabato 7 agosto, dalle 19.30-22.30, e domenica 8 dalle 9.30 alle 13.30, apertura straordinaria del Museo del Palazzo della Dogana dei Grani di Atripalda

Data:
3 Agosto 2021

La Dogana nella Dogana. Atripalda e Avellino: Dogane a confronto

Museo del Palazzo della Dogana dei Grani di Atripalda
Apertura Straordinaria del Museo e della mostra
“La Dogana nella Dogana. Atripalda e Avellino: Dogane a confronto”

Sabato 7 agosto, dalle 19.30-22.30, e domenica 8 dalle 9.30 alle 13.30, apertura straordinaria del Museo del Palazzo della Dogana dei Grani di Atripalda, in cui il percorso museale recupera il racconto realizzato venti anni fa per presentare i frutti della ricerca archeologica del sito di Abellinum, che consente ancora oggi di far emergere le potenzialità narrative degli oggetti e dei contesti esposti, in un sapiente equilibrio tra informazione rigorosa e comunicazione coinvolgente.

n occasione dell’apertura sarà possibile visitare anche la mostra permanente “La Dogana nella Dogana. Atripalda e Avellino: Dogane a confronto”: attraverso le statue provenienti dalla facciata della Dogana di Avellino, devastata trent’anni fa circa da un terribile incendio e considerata una delle principali emergenze architettoniche del nucleo urbano antico, l’esposizione racconta la storia, ancora poco conosciuta, della Dogana di Atripalda e Avellino a partire dal periodo medievale.

La mostra, allestita in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio e riaperta la pubblico per la Notte dei Musei, espone i busti dell’imperatore Adriano, di Pericle, Augusto e Antonino Pio, le statue di Afrodite, di Niobide, di Artemide e di un Efebo, realizzati in marmo bianco di Carrara e in alabastro tra il XVII e il XVIII secolo, nel luogo corrispondente alla piazza principale della città, dove l’antica Dogana, posta all’incrocio di importanti vie di comunicazione tra la Puglia e Napoli, rappresenta ancora oggi il centro propulsore di iniziative culturali, di attività di studio e ricerca.

La Dogana dei Grani di Atripalda fu fatta ricostruire nel 1676 da Francesco Marino I Caracciolo, principe di Avellino, su progetto di Cosimo Fanzago, che ne rafforzò il valore simbolico proprio con l’inserimento della statuaria nella facciata dell’edificio.

Info:
Museo del Palazzo della Dogana dei Grani
Piazza Umberto I, Atripalda (Av)
tel. +39 0825 626586 | drm-cam.atripalda@beniculturali.it
Sabato 7 agosto: ore 19.30-22.30 | Domenica 8 agosto: ore 9.30-13.30
Ingresso gratuito.
www.musei.campania.beniculturali.it



condividi, invia, copia link, stampa (Instagram, Youtube e Snapchat non permettono condivisioni da url)

Ultimo aggiornamento

3 Agosto 2021, 16:58